Cl. VI Cod. 14 (=864)           

Descrizione del manoscritto

Venezia, Fondazione Querini Stampalia, Cl. VI Cod. 14 (=864)

1701-1750 · cart. · cc. 633 (non numerate le prime due carte, cartulazione meccanica 1-631) · mm 290200 (c. 1).

Legatura: 1701-1750; assi in cartone; coperta in pergamena; tagli spruzzati di rosso.

Storia: sul dorso cartellino con l'attuale segnatura e segnatura della Classe a penna, in testa a penna "Boccalini"; sul contropiatto anteriore cartellini con la segnatura della Classe e attuale; c. [Iv] a penna l'antica segnatura "I-6" e della Classe; timbri a inchiostro della Biblioteca su alcune carte.

I-6 (Querini Stampalia).

cc. [IIr]-618r
Autore: Boccalini, Traiano <1556-1613> (DBI, 11, 10-19).
Titolo presente: Commentarii (c. [IIr]).
Titolo identificato: Considerationi di Traiano Boccalini Romano sopra la Vita di Giulio Agricola scritta da Cornelio Tacito, ed. Cosmopoli 1677.
Bianche cc. [Ir], [IIv]-6v, 76rv, 125v-126v, 213v-216v, 392v-394v, 582v-584v, 618v-631v.

Bibliografia non a stampa: L. Perosa, Catalogo dei codici manoscritti della Biblioteca Querini-Stampalia, luglio 1883, Venezia, Fondazione Querini Stampalia, c. 175r.

Fonti: T. Boccalini, Comentarii di Traiano Boccalini romano sopra Cornelio Tacito, come sono stati lasciati dall'Autore, Cosmopoli, G.B. della Piazza [in realtà Ginevra, J.A. e S. de Tournes], 1677.
Dizionario biografico degli italiani, Roma 1960-.
Enciclopedia Dantesca, Roma 1970-1978.


Fondo: .
Lingue:
Codici di contenuto:
Catalogazione: Revisione: Data creazione scheda: Data ultima modifica:

Collegamenti di fine pagina

accesso veloce



Catalogo



Progetto



Documenti scaricabili



Mappa del sito


I testi e le immagini sono riproducibili esclusivamente per uso personale e a scopo didattico e di ricerca, a condizione che venga citata la fonte.
Non è consentito alcun uso che abbia scopi commerciali o di lucro.

Valid XHTML 1.0 Strict - Valid CSS - Level Triple-A conformance, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - Section 508.

visitatori dal 1 marzo 2006.