Venezia, Fondazione Querini Stampalia, Cl. VI Cod. 60 (=1367) 1757-1800 (termine post quem: data della prima edizione delle satire del Dotti) · cart., guardie cartacee · cc. 1 + 100 + 1 (tagliate 2 carte tra cc. 37-38, bianche; guardie non numerate; cartulazione meccanica 1-100, a sovrapporsi a cartulazione presente compromessa dalla rifilatura delle carte) · mm 192×142 (c. 1). Stato di conservazione: fragile la cucitura con rischio di caduta dei primi facsicoli. Legatura: 1757-1800; coperta in cartoncino. Storia: sul dorso, in testa, autore e titolo: "Dotti Satire", al centro cartellino con l'attuale segnatura, a coprire un cartellino precedente, sotto la segnatura della Classe VI, al piede la segnatura non identificata "1054", ripetuta anche sul recto della coperta, all'angolo superiore destro, ed un'altra precedente segnatura, anch'essa non identificata: "240"; sul contropiatto anteriore cartellino con l'attuale segnatura, sopra cartellino con la segnatura della Classe VI, a coprire una nota, in testa la precedente segnatura "L-1"; a c. 81v la nota relativa alle satire: "Satire undici n. 11" a c. 100v la nota relativa ai sonetti, impaginata come un indice: "Sonetti n. 32". All'inizio di ogni satira, all'angolo superiore sinistro, la nota: "Sattira del Dotti", della stessa mano del manoscritto. Antiche segnature: L-1. cc. 1r-81v Autore: Dotti, Bartolomeo <1651-1713> (DBI, 41, 532-534). Titolo identificato: Satire, ed. Ginevra 1757. Osservazioni: il manoscritto contiene 11 satire del Dotti, la cui disposizione non ricalca quella dell'edizione. Le Satire furono edite postume a Parigi nel 1757, con falso luogo Ginevra, in due volumi dai fratelli Cramer. Bianche cc. 12v, 20v, 30v, 37v, 58v, 77v. cc. 82r-100r Autore: Dotti, Bartolomeo <1651-1713> (DBI, 41, 532-534). Titolo presente: Sonetti dell'autore e risposte date allo stesso (c. 82r). Primo testo inc. Dove imparaste mai la bella moda (c. 82v), expl. A chi mi fa mangiar io li fo bevere (c. 83v); "Al signor Giuseppe Amadori per un regalo di Gambari da lui fatto al Dotti". Ultimo testo inc. Fuora fuora buffoni eccoli in scena (c. 100r), expl. Fa il cavalier Todesco ed è un villano (c. 100r); "Risposta al verso del soprascritto sonetto in cui dicesi fuora fuora buffoni". Osservazioni: raccolta di sonetti in gran parte attribuibili a Bartolomeo Dotti (cfr. ed. Venezia 1689). Bibliografia non a stampa: L. Perosa, Catalogo dei codici manoscritti della Biblioteca Querini-Stampalia, luglio 1883, Venezia, Fondazione Querini Stampalia, c. 183r. Fonti: B. Dotti, Delle rime di Bartolomeo Dotti i sonetti consacrati a Sua eccellenza il signor Girolamo Cornaro Cavalier, Procurator di S. Marco, Provveditor Generale da Mar con autorità di Capitan Generale, Venezia, [s.e.], 1689. B. Dotti, Satire del cavalier Dotti, Ginevra, presso i Fratelli Cramer, 1757. Dizionario biografico degli italiani, Roma 1960-. Enciclopedia Dantesca, Roma 1970-1978. Fondo: Manoscritti Classe VI. Lingue: Italiano (cc. 1r-81v), Italiano (cc. 82r-100r). Catalogazione: Chiara Miotto. Revisione: Paolo Eleuteri, 14 febbraio 2007. Data creazione scheda: 12 dicembre 2006. Data ultima modifica: 26 giugno 2009.