Venezia, Fondazione Querini Stampalia, Cl. VI Cod. 18 (=1266) 1676-1725 · cart., guardie cartacee · cc. 1 + 347 + 1 (non cartulate le prime tre carte e la carta che precede c. 1, cartulazione originale 1-343, il fascicolo cartulato 339-343 legato all'inizio del volume) · mm 215×155 (c. 1). Stato di conservazione: molto buono. Decorazione: 1676-1725; 1 stampa (c. [Ir]), incisione che incornicia il titolo, iscrizione "Si Vende da Giovanni Battista Finazzi à S. Giovanni Grisostomo à l'insegna de l'agnello in Venetia". Legatura: 1676-1725; assi in cartone; coperta in pergamena; due tasselli moderni, impressi dorati, in pelle rossa con lo stemma araldico della Biblioteca il primo e il titolo "Businello poesie" il secondo si trovano staccati e mai applicati all'interno del volume; tagli spruzzati. Storia: sul dorso cartellino con l'attuale segnatura e segnatura della Classe a penna, altre numerazioni al piede "1061" e "155", in testa a penna "Businello poesie"; sul contropiatto anteriore cartellino l'attuale segnatura; sul recto della guardia anteriore "9 tomo nono", sul verso l'antica segnatura "I-5" e della Classe. Probabilmente il volume apparteneva a una serie di tomi contenenti le opere di Giovanni Francesco Busenello, della stessa serie il ms. Cl. VI Cod. 19 (=1267) e il ms. VI Cod. 20 (=1268), che costituiscono il tomo decimo e undicesimo; del tutto analoghe le caratteristiche estrinseche dei tre manoscritti. Antiche segnature: I-5. cc. [Ir]-338v Autore: Achillini, Claudio <1574-1640> (DBI, 1, 145-148). Autore: Badoaro, Iacopo <1602-1654> (anche Badoer, Badoero, Badovero, Bodoaro; DBI, 5, 88-90). Autore: Busenello, Giovanni Francesco <1598-1659> (anche Businello o Bosinello; DBI, 15, 512-515). Destinatario: Leopold (Leopoldo d'Asburgo <1640-1705> imperatore di Germania, arciduca d'Austria e re d'Ungheria; DBA I 450, 46-94; 755, 253-259; II 804, 93-108; III 557, 315-349). Titolo presente: Poesie (c. [Ir]), c. [IIIr] un'introduzione al lettore celebra il defunto Giovanni Francesco Busenello, morto "adi 27 ottobre alle ore 22 in giorno di lunedì, l'anno 1659"; c. [IIIv] dedica all'imperatore Leopoldo I; cc. 339r-343r indici delle composizioni, queste carte con la successiva non numerata precedono c. 1. Primo testo inc. Estasi piglia i vanni inchiostro humile (c. 1r), expl. già la mia cecità se stessa accusa (c. 6v). Ultimo testo inc. Tabernacolo è il mondo, il cielo è l'arco (c. n.n.), expl. guerreggiano, coi fissi, i lumi erranti (c. n.n.). Osservazioni: sono compresi versi di Claudio Achillini e Giacomo Badoer indirizzati al Busenello; componimenti editi in raccolte diverse, cfr. DBI, 5, 514-515 e A. Linvingston, 1913, 411-463 per i testimoni manoscritti. Bianche cc. [Iv]-[IIv]. Bibliografia non a stampa: L. Perosa, Catalogo dei codici manoscritti della Biblioteca Querini-Stampalia, luglio 1883, Venezia, Fondazione Querini Stampalia, c. 176r. Bibliografia a stampa: A. Livingston, La vita veneziana nelle opere di Gian Francesco Busenello, Venezia 1913, 411 e passim. Fonti: Dizionario biografico degli italiani, Roma 1960-. Deutsches Biographisches Archiv, München 1983-2001. Fondo: Manoscritti Classe VI. Lingue: Italiano (cc. [Ir]-338v). Legami tra manoscritti: Cl. VI Cod. 19 (=1267), Cl. VI Cod. 20 (=1268) (stessa mano). Genere letterario: poesiaumorismo, satira. Catalogazione: Francesco Bernardi. Revisione: Paolo Eleuteri, 21 marzo 2007. Data creazione scheda: 14 marzo 2007. Data ultima modifica: 26 giugno 2009.